news

ONIRICAMENTE - La Newsletter di Febbraio


Only a life lived for others is a life worthwhile.
(Soltanto una vita vissuta per gli altri è una vita che vale la pena vivere.)
(Albert Einstein)

Comincio volentieri la newsletter del mese di febbraio con questa citazione del grande Albert Einstein, che prendo dalla homepage del sito di IRC – International Rescue Committee (www.rescue.org), ottima organizzazione fondata su richiesta dello stesso Albert Einstein, che si occupa di “offrire soccorso e soluzioni alle più gravi crisi umanitarie”. In questo triste periodo più che mai, ci sembra fondamentale mantenere aperto il cuore e viva la sensibilità alla drammatica situazione di migliaia di persone che, costrette a fuggire dai loro paesi, troppo spesso trovano solo muri e porte chiuse alle loro richieste di aiuto.
Vi presento dunque la nostra prossima iniziativa, il cui contributo di partecipazione, di 15 euro, verrà devoluto interamente a sostegno della suddetta organizzazione:

Domenica 12 febbraio dalle 9.45 alle 12.15:
Workshop Yoga

Ci troveremo per godere insieme delle energie del mattino, per risvegliarle e potenziarle con un lavoro intenso e coinvolgente: Vinyasa Yoga per riscaldarci, e poi via libera alla voglia di sperimentare con estensioni, inversioni, appoggi sulle braccia, ...
Il seminario è aperto a tutti, è gradita la prenotazione. Requisito fondamentale: la disponibilità a uscire dalla propria comfort zone, con curiosità, gentilezza e allegria.

* * * * *

La Ricettina

Il nome di questa squisitezza è fuorviante, perché non si tratta di pizza, bensì di un dolce che ricorda vagamente la torta sbrisolona o il croccante, con l’imperdibile vantaggio di essere meno mattonnazzo e del tutto cruelty-free. Ho trovato diverse varianti, ma questa che vi propongo mi sembra la migliore, anche in termini di supervelocità nel realizzarla.

Pizza ebraica
Ingredienti:
- 250 gr di farina, mista tra integrale e tipo 0
- 60 gr di zucchero di canna grezzo
- 70 gr di olio di semi di mais (o girasole)
- 70 gr di mandorle
- 30 gr di pinoli
- 70 gr di frutti rossi essiccati tipo mirtilli, bacche di Goji, … o canditi (io ho usato anche datteri, che mi piacciono di più)
- 50 gr di uvetta
- un goccio di vino (ma anche latte di soia)

Mescolare tutti gli ingredienti; dovrebbe venire un impasto asciutto e granuloso, proprio tipo sbrisolona, da stendere con le mani su una teglia rivestita di carta da forno, compattandolo a uno spessore di circa 2 cm.
Infornare a 170° per 50 minuti, controllando che non scurisca troppo.

Mi par di capire che un altro vantaggio sia il fatto che dura buona anche per diversi giorni, ma ammetto che è una situazione nella quale non mi sono mai trovata. ;-) E questo sì, che può essere un problema: non essendo esattamente ipocalorica (per carità, tutte calorie buone, ma parecchie, ecco), vi consiglio di nasconderla in uno scaffale alto alto della cucina (così almeno fate un po’ di ginnastica per andare a prenderla).

* * * * *

Nel mese di Febbraio

Tra una spremuta e l’altra, ripassando l’elenco della frutta di questo mese, mi viene in mente che non vi ho ancora scritto la ricetta del risotto al pompelmo. Ok, metto in lista per una prossima newsletter!
Intanto, gustatevi:

FRUTTA DI STAGIONE
arance, kiwi, limoni, mandarini, mele, pere, pompelmi

VERDURA DI STAGIONE
barbabietole, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, cipolle, erbette, fave, finocchi, patate, porri, radicchi, rape, sedani, spinaci, verze, zucche

* * * * *

Sgranocchio la pizza ebraica, necessaria nota di allegria in questa giornata grigetta, e vi aspetto: ai corsi di yoga, ai workshop e alle altre occasioni di incontro che organizziamo, con i sempre graditissimi messaggetti e mail che ricevo a profusione in risposta alla newsletter!

 

- - - - - - - - - - - - - - - - -

Se vuoi ricevere la Newsletter, clicca qui!

- - - - - - - - - - - - - - - - -

Archivio Newsletter