news

ONIRICAMENTE - La Newsletter di Maggio


If you want to make God laugh,
tell Him about your plans.

(Se vuoi far ridere Dio, parlagli dei tuoi progetti.)

Questa frase (di cui non ricordo nemmeno la fonte, devo averla letta da qualche parte) mi ha sempre fatto sorridere e al contempo riflettere sulla nostra impermanenza, per imparare a essere resilienti (altro concetto molto in voga, ultimamente), con uno spirito comunque sempre grato e positivo.
È con questa attitudine che voglio tornare a Oniria, dopo una assenza che si è protratta, mio malgrado, ben oltre le vacanze pasquali. Colgo l’occasione dunque per ringraziare anche pubblicamente i miei bravissimi e preziosissimi collaboratori che mi hanno sostituita, e conto di riprendere a fare lezione da giovedì 4 maggio. Chiedo ai miei allievi un po’ di pazienza: vi troverete un’insegnante su due ruote, invece che due gambe, ma con tanta voglia di rivedervi e lavorare per e con voi.

* * * * *

Il seminario a cui vi invito questo mese cade particolarmente a fagiolo rispetto alla mia condizione fisica attuale (le suddette due ruote), ma di fatto si basa su un percorso di studio che ho cominciato tempo fa, e che sono lieta ora di proporvi.

Domenica 28 maggio: dalle 9.45 alle 12.15
Workshop: Yoga per il viso

Utilizzando tecniche yoga ed esercizi specifici della ginnastica facciale, vi proporrò un vero e proprio metodo di lavoro per tonificare e scolpire la muscolatura del viso e del collo, compensare l’indebolimento del tessuto connettivo, stimolare la circolazione sanguigna. L’obiettivo? Con una pratica costante, si attenuano i classici segni del tempo (palpebre cadenti, zampe di gallina, guance molli, doppio mento, … mi fermo qui con l’elenco, altrimenti mi deprimo), rallentando il processo di invecchiamento e ritrovando un viso più disteso, giovane e luminoso. Ancora una volta, provare per credere.

Quota di partecipazione: 20 euro
È necessaria la prenotazione.

* * * * *

La Ricettina

Attenzione: la ricetta che segue, benché 100% vegan, non ha nulla di salutistico, ed è mirata esclusivamente alla pura voluttà.
Può sembrare un po’ laboriosa, ma è più veloce di quanto potrebbe apparire. E poi, paciugare con il cioccolato è un piacere già di per sé.

Veg-“ferrero rocher”
Ingredienti:
- 150 gr di cioccolato extra fondente vegan (attenzione agli ingredienti: molte marche utilizzano il burro anidro)
- 100 ml di latte vegetale (di cocco è il mio preferito in questa ricetta, perché è un po’ più grasso, ma se è difficile da trovare, va bene qualunque altro)
- 70 ml di sciroppo d’acero
- 2 cucchiaini di caffè solubile (serve per esaltare il sapore del cioccolato)
- 350 gr di nocciole tostate

Per prima cosa, preparare il burro di nocciole: mettere 250 gr di nocciole in un robot da cucina con 10 ml di sciroppo d’acero, e frullare a intermittenza fino a che non risulta una consistenza cremosa. Ci vogliono diversi minuti, non demordete, prima o poi succede! (Se invece volete risparmiarvi tutta questa procedura, procuratevi la crema di nocciole già pronta (pura! mica la Nutella!), si trova facilmente nei negozi bio.)
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria.
Sciogliere il caffè solubile nel latte intiepidito, poi aggiungerlo lentamente al cioccolato fuso, mescolando a lungo.
Aggiungere poi lo sciroppo d’acero e infine 180 ml di burro di nocciole.
Mettere tutto in frigorifero per alcune ore, anche tutta la notte.
Mettere da parte una quindicina di nocciole, e tritare le rimanenti.
Tirar fuori dal frigo una parte dell’impasto, prenderne un cucchiaio e farne una pallina attorno a una nocciola, per poi rotolarla nelle nocciole tritate. E così via, fino alla fine dell’impasto o delle nocciole rimaste intere.
È molto più complicato scriverlo che farlo, giuro. E il risultato ripaga di qualunque fatica.

Si possono conservare in un contenitore in frigo per una settimana. A me il problema non si è mai posto.

* * * * *

Nel mese di Maggio

Con le tiepide giornate primaverili, si comincia ad apprezzare ancor di più la verdura da consumare cruda, per la quale il mese di maggio offre una notevole varietà.
E poi, via alle scorpacciate di ciliegie!

FRUTTA DI STAGIONE
arance sanguinelle, ciliegie, fragole, limoni, nespole

VERDURA DI STAGIONE
aasparagi, bietole, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cipolle, fagiolini, lattughe, piselli, ravanelli, rucola, scalogni, spinaci, taccole, tarassaco

* * * * *

Un sorriso di primavera a tutti

 

- - - - - - - - - - - - - - - - -

Se vuoi ricevere la Newsletter, clicca qui!

- - - - - - - - - - - - - - - - -

Archivio Newsletter